CONSULENZA AMBIENTALE - RIFIUTI

GESTIONale ON-LINE RIFIUTI

PRATICHE ALBO GESTORI AMBIENTALI



NEWS


PACCHETTO ECONOMIA CIRCOLARE

Pubblicati in G.U. tre nuovi decreti legislativi, in vigore entro il 27/9, che rivedono le regole sui rifiuti in attuazione delle direttive UE. 

Il Dlgs 116/20, in vigore dal 26/9, apporta modifiche al Dlgs 152/2006 su rifiuti e imballaggi.

I Dlgs 118/20 e 119/20, in vigore dal 27/9, portano modifiche ai decreti sui rifiuti di pile e raee (118/20) veicoli fuori uso (119/20).

Seguiranno approfondimenti in merito.

LEGGI IL D.LGS 3/9/2020 n.116

LEGGI IL D.LGS 3/9/2020 n.118

LEGGI IL D.LGS 3/9/2020 n.119

 

ALBO GESTORI AMBIENTALI - Rinnovo 2bis

L'Albo Nazionale Gestori Ambientali, tramite il proprio portale web, ricorda alle imprese attualmente iscritte in categoria 2 BIS (trasporto rifiuti propri), aventi l'autorizzazione rilasciata dal 15/4/2008 al 25/12/2010, che la scadenza dell'iscrizione è il 25 dicembre 2020, pertanto per continuare ad operare è necessario presentare domanda di rinnovo. Ricordiamo che Gestra è disponibile a verificare lo stato delle autorizzazioni e ad effettuare le domande (iscrizione/rinnovo) e le variazioni (targhe mezzi - codici rifiuto) tramite il portale telematico.

DEPOSITO TEMPORANEO RIFIUTI - aggiornamento 20/7

Il D.L. 34/2020 (Decreto Rilancio) abroga l'art. 113-bis (vedi sotto in rosso) del 17/3/2020 con cui erano stati ampliati i limiti quantitativi e temporali del deposito temporaneo di rifiuti.

 

La legge 27/2020 introduce nuove regole sui limiti temporali e quantitativi per il deposito temporaneo dei rifiuti. L'art. 113-bis, comma 1, dispone che il deposito temporaneo,

(art. 183, comma 1, lettera bb, numero 2:i rifiuti devono essere raccolti ed avviati alle operazioni di recupero o di smaltimento secondo una delle seguenti modalità alternative, a scelta del produttore dei rifiuti: con cadenza almeno trimestrale, indipendentemente dalle quantità in deposito; quando il quantitativo di rifiuti in deposito raggiunga complessivamente i 30 metri cubi di cui al massimo 10 metri cubi di rifiuti pericolosi. In ogni caso, allorché il quantitativo di rifiuti non superi il predetto limite all'anno, il deposito temporaneo non può avere durata superiore ad un anno) è consentito fino a un quantitativo massimo doppio mentre il limite temporale non può avere durata superiore a 18 mesi, fermo restando il rispetto delle disposizioni in materia di prevenzione incendi.

 

D.L. 17 marzo 2020 "Cura Italia" - Rinvio scadenze ambientali

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il D.L. 17 marzo 2020 che contiene il rinvio al 30 giugno di alcune scadenze ambientali;

L' art. 113 proroga al 30 giugno i seguenti adempimenti:

  • presentazione modello unico di dichiarazione ambientale MUD
  • presentazione della dichiarzione relativa a Pile e Accumulatori
  • invio comunicazione RAEE
  • versamento del diritto annuale di iscrizione Albo Nazionale Gestori Ambientali

MUD 2020

Con una comunicazione pubblicata il 9 gennaio sul proprio sito ufficiale, il Ministero dell'Ambiente, conferma il modello utilizzato per il MUD 2019 (Dpcm 24/12/2018), pertanto rimangono immutate le modalità, le informazioni e le istruzioni per la presentazione della dichiarazione MUD 2020 (dati 2019) da inoltrare entro il 30 aprile 2020.


NEWSLETTER GESTRA
Iscriviti!!. Basta inserire la tua email qui sotto.
Email *
Nome/Società *
Accetto la Privacy *